Il giorno del volo nostro volo è finalmente arrivato. La partenza è fissata alle 18.30 da Roma Fiumicino. Quando ho letto l’email ho subito pensato “per fortuna è un’ora decente così riusciremo sia a lavorare ma anche riusciamo a finire le ultimissime cose”.

Infatti è andata proprio così, ci siamo svegliati di buon mattino con tutto l’entusiasmo del mondo, abbiamo lavorato, pranzato e sistemato le ultime cose nella valigia.

La sensazione è quella di avere più o meno tutto sotto controllo, abbiamo chiuso tutto a casa (acqua, corrente, porte, ecc) preso tutte le cose importanti, passaporto, carte e documento dei vaccini.

E’ arrivato il momento di prendere il tram direzione Termini e il trenino per Fiumicino. Ma l’imprevisto a Roma è sempre dietro l’angolo il tram tarda ad arrivare e ci tocca sicuramente iniziare a correre. L’ansia inizia a salire e noi ci spostiamo da una parte all’altra della strada per riuscire a prendere o il tram o l’autobus che porta alla metro.

Ma finalmente dopo circa 25/30 minuti d’attesa arriva il tram, anzi i tram perché ne sono spuntati 3 uno dietro l’altro. Però per nostra sfortuna il primo è limitato a Porta Maggiore.

L’autista del secondo tram invece di partire subito non curandosi delle persone in attesa da 25 min, e del caldo assurdo va con un suo amico a prendere un caffè con una flemma incredibile e ci fa perdere altri 10 min abbondanti.

Dopo aver aspettato tantissimo per i miei gusti riusciamo a partire, nel tragitto riesco a comprare i biglietti con il telefonino e arriviamo a Roma Termini 10 min della partenza del nostro treno Leonardo Express per Fiumicino. Sudatissimi ma almeno rilassati per aver salvato il nostro viaggio arriviamo a Fiumicino. Qui affrontiamo le solite procedure, check in, imbarco bagagli e controlli vari. Il caos in all’aeroporto è veramente esagerato, però tutto sommato non ci sono file e riusciamo ad imbarcarci.

Roma – Madrid

Il volo per Madrid non dura tantissimo, forse 2 ore scarse. L’areo è strapieno, un sacco di bambini che potrebbero mettere a rischio la mia possibilità di dormire :D.. ma tutto sommato tutto nella norma niente d’eccezionale. Secondo i miei calcoli arriveremo a Madrid in meno che da casa mia a Fiumicino.

Madrid – Lima

L’atterraggio è stato buono, il pilota è stato bravo. Adesso ci dobbiamo orientare e capire che numero è il gate per il prossimo volo. Subito dopo l’uscita dell’aereo c’è un info point della nostra compagnia e un ragazzo molto gentile ci indica che il nostro gate è il b20.

Guardiamo in alto e leggiamo il cartello “GATE B 27 min di distanza” felici di questa fantastica notizia, zaino in spalla iniziamo la nostra passeggiata all’interno dell’aeroporto di Madrid.

In realtà abbiamo circa 2 ore d’attesa per il prossimo volo, quindi non c’è bisogno di correre anzi, ci fermiamo in qualche negozio, passeggiamo, facciamo qualche foto, faccio dei test per qualche video.. in poche parole niente d’interessante, cerchiamo solo di perdere tempo.

Sto morendo di fame e tra un giro e l’altro sono già le 22.10, finalmente arriviamo mi butto su una poltrona e  posso iniziare a mangiare la mia piazza, ma dal nulla dei gentili signori peruviani mi chiedono aiuto per connettersi a internet (quindi ho dovuto fare una pausa dalla mia pizza) ovviamente non posso dire di no, ma dopo di loro sono arrivate altre 4/5 richieste dello stesso tipo, forse stanno pensando che sono il ragazzo IT dell’aeroporto.

Finalmente finisco di collegare ad internet tutti i cellulari di tutti i passeggeri dell’aeroporto e posso ritornare a mangiare la mia piazza, ma nel bel mezzo della mia cena ci comunicano un primo ritardo di 45 min, poi dopo una mezz’oretta al ritardo di 45 min ci aggiungono altri 45 min e tra un ritardo qua un ritardo là in totale arriviamo ad avere un ritardo di 3 ORE, si avete capito bene 3 ORE.

Dovevamo partire alle 23.50 siamo partiti all’incirca alle 2.50 del mattino. Eravamo tutti un po’ stremati, stanchi ed affamati, però la gente aveva un sacco di forza per protestare contro i poveri dipendenti della compagnia che svolgevano servizio a terra.

Devo dire che non avevo mai provato l’esperienza di un aereo con così tanto ritardo, adesso posso indicare anche questa nella mia lista delle esperienze di vita.

(Visited 78 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *